Strutture sanitarie e Regione a confronto: tutti vogliono il portale unico

Stampa

"Referti on-line e CRM", il progetto Regionale per la nuova sanità in Basilicata, è stato oggetto di una convention lo scorso 26 novembre a Potenza.

L’incontro di coordinamento, presso la sala riunioni dell’ufficio Società dell’Informazione della Regione ha visto l’interessata partecipazione di dirigenti della Regione Basilicata dal Dipartimento Salute e dal Dipartimento Presidenza della Giunta, referenti delle Aziende Sanitarie di Potenza e Matera, CROB, URP dell’ambito territoriale di Lagonegro.

I due argomenti all’ordine del giorno: le ipotesi di sviluppo per il segmento CRM (Customer Relationship Management), detto altrimenti gestione delle relazioni coi clienti, e gli esiti dell’indagine conoscitiva a campione fatta su tutto il territorio e volta ad ottenere la mappatura dei servizi e delle soluzioni software adottate da ciascuna struttura.
L’intento è quello di voler mettere a disposizione del cittadino il maggior numero di servizi a valore aggiunto, nonché offrire l’opportunità a tutte le strutture che fanno la sanità in Basilicata di allacciarsi e popolare un’unica rete informativa condivisa.

In questo senso va la creazione di un portale unico per la Sanità lucana, dove il cittadino/paziente possa trovare informazioni, servizi, possibilità di prenotazione degli esami e modalità per la ricezione sulla sua casella di posta elettronica di tutti i referti che lo riguardano. In modo facile, veloce, efficace, ma soprattutto sicuro.

Oramai la tecnologia è sostanzialmente pronta a sostenere la sfida dell’immissione dei referti in rete. La creazione del Fascicolo Sanitario elettronico per ogni paziente è un traguardo verso cui mirano le strutture e la stessa Regione Basilicata, promotrice del progetto. A conclusione dei lavori si è decisa la costituzione di diversi focus-group, suddivisi per aree tematiche. Questi gruppi di lavoro avranno il compito di esaminare approfonditamente buone prassi e nuovi sistemi di gestione da sviluppare, dall’ufficio stampa all’area tecnica e dei sistemi informativi, dal comparto dei laboratori al segmento rating, ossia il sistema di valutazione qualitativa sulle prestazioni e sulle strutture, passando per la creazione dell’URP unificato. Il tutto andrà a creare il portale unico della Sanità in Basilicata.